Mirabeau

A 330 m di altitudine, vicino al Durance nel Parco naturale regionale del Luberon, Mirabeau ad una popolazione di 1055 abitanti. Mirabeau viene di Mirar: vedere, guardare e bel: bello. Nel 1985, il film "Jean di Florette" e "Manon delle Sorgenti" di Claude Berri, secondo Marcel Pagnol fu girato in parte in questo affascinante villaggio provenzale.

Un poco di storia:

È sul vassoio del Saint-sepulcre che è stato messo al giorno le prime tracce di occupazione umana datata del periodo laténienne verso -500 av. JC.

Un forno di vasaio gallo-romano è stato scoperto al luogo dice  " Le moulin".

All'inizio del XIIe secolo tra 1096 e 1118; il primo " castrum" appare.

Il villaggio raggiunge il suo apogeo all'inizio del XIXe secolo con l'attività del traghetto che attraversa il fiume Durance. C'erano allora 700 abitanti, ma il primo ponte costruisce nel 1835 segnò l'arresto del traghetto ed i viaggiatori non si fermarono più nelle numerose locande. La popolazione declinò fino a meno di 500 abitanti alla fine del XIXe secolo.

A vedere a Mirabeau:

-Il castello.

Fu costruito alla fine del XVIe secolo ma non smise di evolversi fino al XVIIIe secolo. Non si lo visita ma il suo parco è pianificato in passeggiata pubblica.

-La chiesa San Pietro.

La sua base è del XIIe secolo.

Possiede una porta romanzo,

un portale del XVIIe secolo e delle finestre del XIXe secolo.

La chiesa fu toccata da un terremoto in1812.

Il campanile si impennacchia in una

parte mediana del XVIIe secolo

mentre la cima data del XIXe secolo.

La fontana.


La Cappella del Madeleine, fine del dodicesimo secolo.

-Il canyon di Canteperdrix.

Si può praticare la scalata sulla scogliera vicino al ponte di Mirabeau.

-I Pilastri del Ponte Mirabeau.

Il primo ponte di Mirabeau costruito al XVe secolo fu distrutto in parte in 1440, 1635, 1843 e 1881 per le piene del fiume Durance.

L'idea di un ponte sospeso è rievocata nel 1825 poi eseguiti in1831.

Sarà finito nel 1835 ed irascibile per la piena del 2 novembre 1843 e ricostruisce in1845.

Il due immenso portici néo-romanzo è ancora visibile oggi ed iscrive al Monumento storico.

Distrutto durante la Prima Guerra mondiale fu sostituito in 1935 da un ponte di un'arcata unica che sovrasta il Durance.

Ciascuno dei pilastri illustrare-per un fregio eseguito parAntoine Sartorio - i quattro dipartimenti limitrofi (Alpi-di-alto-Provenza, Bocche del Rodano, Var e Vaucluse. Oramai, questi fregi sono riuniti al centro della rotonda che si trova lato Bocche del Rodano.

Nella notte del 17 agosto 1944, la Resistenza fece saltare una parte del ponte. Fu riparato tardi poi completamente alcuni giorni più rimisi in stato durante gli anni 1947 -1948.

Il ponte moderno data di 1988.


Rechercher:

Paradou 2017
EXPOSITION Château de La Tour d'Aigues « Céramiques contemporaines : éloge de la matière »

Sortir:

Le Luberon 31, rue Giraud 84120 Pertuis
Le Cigalon Cours Pourrieres 84160 Cucuron
Théâtre de Pertuis, du Luberon et du Val de Durance
Cinéma d'art et d'essai itinerant la Strada
Prism formation conseil entreprise